di liste e di libri
18 dicembre, 2016
dieci futili ricordi
22 dicembre, 2016

un’idea del paradiso

You need to login or register to bookmark/favorite this content.

… moltissimi ragazzi oggi sono come Ali. In partenza per la Siria. Ali ha 22 anni e un’aria umile, quasi ascetica, è magro, con le infradito, i jeans, una camicia con collo alla coreana che sembra un po’ una tunica. Tre quattro centimetri di barba. È un ragazzo taciturno, timido. E soprattutto, è pronto: ha quasi tutti i tremila dollari per il viaggio. Risparmiati vendendo hashish. Non è mai stato fuori dalle Maldive. Ora invece ha il telefonino con tutte le mappe della Turchia, sa tutto del fronte. Sa meno della Siria. Della sua complessità. Gli scontri tra i ribelli, i saccheggi, il contrabbando – anche se in fondo, non sta andando in Siria, ti dice: “Sto andando in paradiso”. “Cosa ti aspetti di trovare?”, gli chiedo. Non ha dubbi. “Fratellanza”. Una nuova vita. Una vita diversa. “Una società in cui siamo tutti uomini, e non avvoltoi, carogne, come qui, in cui tutti approfittano l’uno dell’altro. Perché tu pensi di non credere in niente”, mi dice, “e invece credi, credi nel mondo così com’è. Credi quanto me”.

 

Non ho altro da segnalare oggi, che non sia questo inquietantissimo reportage di Francesca Borri. Sarà per i fatti di Berlino, recentissimi; o sarà piuttosto per il fantasmi di Aleppo, di cui pare francamente impossibile dimenticarsi in questi giorni alla vigilia delle feste, ma questo pezzo colpisce l’immaginario mio molto di più di qualsiasi altra considerazione o lista natalizia o ritratto di scrittore o giornalista. Insomma, vi invito a questa lettura sui paradisi per come possiamo immaginarli diversi, noi quaggiù e un ragazzo maldiviano laggiù; forse colpirà anche voi, forse è solo un’altra inutile tessera del mosaico contemporaneo che guardiamo troppo da vicino per poterci davvero capire qualcosa.

Print Friendly, PDF & Email
Davide Profumo
Davide Profumo
La mia pagina Facebook: https://it-it.facebook.com/davide.loscorfano

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.