Le parole per dirlo

Rapidamente, perché so che non avete tempo da perdere. Ricordate quel bell’articolo a cui vi ho rimandato nel primo scritto della rubrica l’oblò? Ecco, l’articolo era questo; e un po’ ne abbiamo riparlato anche ieri qui, a dire il vero. Ed ecco anche che ne è uscito il séguito, una breve postilla meravigliosamente corredata di:

 

  • …una breve lista di parole inglesi che usiamo più o meno correntemente, spesso per abitudine, o perché il corrispondente termine italiano, magari, non ci viene in mente subito. La lista non è certo esaustiva e siete più che caldamente invitati a proporre integrazioni, o cambiamenti.

 

Se avete tempo vi suggerisco di darci un’occhiata e, perché no, di proporre nei commenti davvero le vostre integrazioni; perché immagino che il lessico medico sia un’inesauribile miniera di parole inglesi usate non troppo utilmente.

Davide P.
La mia pagina Facebook: https://it-it.facebook.com/davide.loscorfano

due libri magari sorprendenti

Anzitutto una rapida (ma essenziale) nota, stamattina, per segnalarvi l’imperdibile post in cui si descrive un epistolario di natura religiosa […]

Alirocumab efficace nei pazienti diabetici: i risultati dei trial ODYSSEY DM-Insulin e DM-Dyslipidemia

A cura di Ivana Pariggiano (altro…)

spogliarsi delle vesti

C’è una risposta molto interessante, entro un’intervista altrettanto interessante, che ho letto ieri sul web: l’ha data Antonio Di Grado, […]

sonnambulismi letterari

… attraversiamo la vita reagendo alle situazioni che ci sono familiari attenendoci sempre allo stesso copione: diciamo “bene” quando ci […]

Procedura “valve-in-valve” per la correzione transcatetere delle bioprotesi aortiche degenerate

A cura di Antonella Potenza (altro…)