18 Dicembre, 2019

non son desto

Pensavo di essere l’unico, sinceramente. Pensavo di essere un caso un po’ particolare, un po’ strano, mi dicevo che era un piccolo bug del mio cervello […]
15 Dicembre, 2019

in venturi giorni vacanti

Arrivo buon ultimo, ma arrivo. E un po’ mi piace arrivare buon ultimo, un po’ me lo posso permettere, un po’ (mi dico da solo) è […]
11 Dicembre, 2019

poesia e cautela

«Tutta la letteratura nota è scritta nel linguaggio del senso comune. Eccetto Rimbaud.» Ho letto che queste parole le ha dette Paul Valery; e ho subito […]
8 Dicembre, 2019

saper leggere

A voler essere non dico sincero, ma decentemente corretto, dovrei dirvi che, in quanto lettori di giornali, di libri, di letteratura o di cultura, dovemmo, per […]
2 Dicembre, 2019

i ritagli di novembre

Ogni giorno, perlustrando il web alla ricerca di qualcosa che possa essere interessante per l’Oblò, mi segno alcuni articoli, alcuni spunti, che forse mi saranno utili. […]
1 Dicembre, 2019

sineddochi

Ha scritto un mio caro amico che questo articolo di Claudio Giunta (lo trovate qui, è in effetti il mio primo consiglio di oggi) «si rivela […]
27 Novembre, 2019

parlare di libri

Parlare di libri è espressione che pare molto precisa, chiarissima nella sua evidenza, finanche indiscutibile, ma è in realtà molto generica, quasi vaga, probabilmente sempre inesatta […]
24 Novembre, 2019

incanto e fetore

Venezia che muore. Così comincio quando penso a Venezia e così mi metto a mezzavoce a sussurrare, Venezia che muore, canto piano, arrivo ai versi in […]
20 Novembre, 2019

un’eredità

Trent’anni sono una generazione, forse di più. Trent’anni sono l’intervallo di tempo che mi fa entrare in una classe quinta liceo, in queste settimane, e dire […]