28 Gennaio, 2018

credere di essere qualcosa

La sera esce con un gruppo di persone che abitudine chiama amici. Hanno più di quarant’anni, si conoscono superficialmente, come succede tra gli adulti; in mezzo […]
26 Gennaio, 2018

a sproposito

Vorrei dire questa cosa, oggi, a proposito dell’utilità dello studiare letteratura (cioè del tutto a sproposito, in effetti), che è poi l’argomento a cui sono costretto […]
24 Gennaio, 2018

la ferita di ogni volta

Leggo una poesia e rimango folgorato, quasi ferito, mi succede ancora. Anche solo un verso, mi capita anche questo. Leggo stamattina una poesia di Milo De […]
21 Gennaio, 2018

è questa la novità

Ogni tanto succede, quasi all’improvviso (ma poi passa, tranquillizzatevi, altrettanto all’improvviso). E la scuola, che in genere è relegata alla funzione di orpello di qualche disgraziata […]
17 Gennaio, 2018

una distanza

È un nome, in verità, non molto di più, come accade a tutti i miti letterari, che costruiamo per averne nostalgia: un nome e il ricordo […]
14 Gennaio, 2018

non troppo pericoloso

Anche se sono poche, anche se non aggiungono molto a quello che sappiamo (aggiungono magari che lo sapevamo già nel 1923, che non è poco), anche […]
12 Gennaio, 2018

la luce e il buio

Se avete tempo, se la pittura vi piace tanto quanto la poesia, se non siete come lo scrittore Franzen (a disagio davanti alla figura di Caravaggio, […]
10 Gennaio, 2018

disadattarsi

Cerco oggi di proporvi una marginale riflessione sulla parola letteraria, quella specifica dei libri di letteratura, dei grandi romanzi, delle indimenticabili poesie che rischiamo quotidianamente di […]
7 Gennaio, 2018

a rovescio

Pensate alla vostra libreria di casa. Se siete come me (e come alcuni dei miei amici), avete impiegato molto tempo a organizzarla: avete messo i libri […]