24 Settembre, 2020

una ragazza con i capelli bianchi

Penso con preoccupante frequenza, in questi giorni, alle studentesse che ho conosciuto e che da qui, dal fondo della Sicilia, stanno per andare lassù, al Nord, dove sta la maggior parte di voi pochi che mi state leggendo. Ci penso …

20 Settembre, 2020

passeggiare senza dir nulla

Che le più sublimi forme della letteratura nascano nel silenzio o che trovino nel silenzio la loro perfezione è ipotesi così banale che è stato molto facile pensarla (per me in particolare, forse anche per voi) molte volte in questi …

17 Settembre, 2020

una luce

Se si parla molto di un libro di poesie appena uscito, se lo si trova citato spesso sui social network e sui giornali, se ci si imbatte nei versi di questo libro, di questa poetessa, con una frequenza impensabile per …

14 Settembre, 2020

«mi ritrovai»

È davvero troppo facile, quando si comincia, all’inizio del terzo anno, a spiegare a scuola la Commedia di Dante, spiegare agli studenti che non è necessario supporre che il personaggio che dice «io» nel poema si chiami anche lui Dante, …

11 Settembre, 2020

la maledizione dei classici

Entrate dunque. Non rimanete sul limitare … dicendo male della tessitrice, e della sua tela, e del suo canto…

Quando pensate alla scuola che (forse, chissà) riapre, pensate anche a questo: che a scuola si studiano le poesie di Pascoli, …

2 Settembre, 2020

l’unica eccezione

Uno dei criteri che da sempre uso per sistemare i libri nella mia libreria è quello di separare le voci degli scrittori classici da quelle dei contemporanei. Intendo dire: da una parte c’è Manzoni (e a proposito di Manzoni… leggete …

31 Agosto, 2020

rileggere, non capire, ripartire

Stasera brinderò. Sarà un brindisi cauto, senza troppa enfasi, senza musica né abiti da cerimonia. Ma stasera sarà la sera del 31 agosto e brinderò alla salute di chi mi sta vicino e alla mia. Sperando che l’anno nuovo, quello …

5 Luglio, 2020

un ragazzo di diciotto anni

È un gioco che abbiamo fatto più o meno tutti, e funziona così: ci si chiede quale giorno del passato, anche lontanissimo, si desidererebbe vivere, a quale momento della storia si vorrebbe essere presenti, e ognuno dà la sua risposta: …

3 Luglio, 2020

due descrizioni di un attimo

La fotografia è sempre stata per me una duplice ambigua possibilità: da una parte non mi piace avere fotografie dei miei giorni dei mei viaggi dei miei amori. Perché (lo scriveva Italo Calvino da qualche parte, ma non sono mai …