20 Novembre, 2014

Una nitida parzialità

Sempre a proposito di autentici «classici» (ma anche a proposito di giustizia…) varrà dunque la pena di ricordare che oggi, 20 novembre, sono passati 25 anni, cioè un quarto di secolo e quindi un’intera generazione, dal giorno …

19 Novembre, 2014

Invecchiamenti

Più passa il tempo e più mi passano i libri (ma si legge così, in realtà: più invecchio) e più mi pare che non leggere i classici sia triste; e che se si può vivere benissimo senza aver letto l’ultimo …

16 Novembre, 2014

L’ipocrisia di tutti

Oggi, il labirinto del web, tra un incrocio e l’altro (si dice che si chiamino link) mi ha condotto a questo bellissimo pezzo di Alessandro Piperno, che forse non è nemmeno recentissimo e che parla di Molière e di …

15 Novembre, 2014

La via smarrita

Non respira, non conta più nulla, arranca, è povera, marginalizzata, i suoi edifici crollano, i suoi insegnanti sono umiliati, frustrati, scherniti, i suoi alunni non studiano, sono distratti o violenti, difesi dalle loro famiglie, capricciosi e scurrili, la sua nobile

13 Novembre, 2014

Una cosa divertente e altre segnalazioni

Il fatto più divertente che sia accaduto in questi giorni nel web italiano è senza incertezza (anche se ho qualche dubbio che davvero sia divertente, se ci penso bene: forse è più preoccupante che divertente, anche se fa obiettivamente ridere…) …

9 Novembre, 2014

La comprensione di un crollo

A un lunghissimo e rapidissimo quarto di secolo di distanza, oggi, 9 novembre, guardiamo al muro di Berlino e al suo crollo così come si guarda spesso alla storia: come a qualcosa di inevitabile, di previsto, di accaduto e quindi …

8 Novembre, 2014

Di libri e di letteratura

Tra le diverse idee e considerazioni con cui ho provato ad annoiare i miei gentili ospiti cardiologi al congresso dell’Atbv di un paio di settimane fa, quella che ha attirato la maggior parte delle risposte e delle reazioni è stata …

5 Novembre, 2014

Cosa ci ha reso ciò che oggi siamo

Da qualche settimana, a cadenze regolari, il blog Vibrisse di Giulio Mozzi pubblica alcune serie di post che io sto trovando molto interessanti, per varie ragioni. Si tratta di racconti in prima persona di scrittrici e scrittori che raccontano la …

3 Novembre, 2014

Dialoghi a sorpresa

Ora, caro Glaucone, devi sapere che gli uomini si dividono, per così dire, in quattro fratrìe.

– Vediamole, o Leonzio.

– Appartengono innanzitutto alla prima fratrìa quelli bravi, ma bravi davvero, beati loro, quelli che fanno quel che devono fare,

×
Registrati
Registrati alla newsletter di ATBV per non perderti le novità del sito.

Per proseguire occorre prestare il consenso al trattamento dei dati per tutte le finalità meglio descritte nell'informativa resa ex art. 13 Regolamento UE 679/2016 Acconsento al trattamento dei miei dati personali per le finalità di cui all'informativa