17 Dicembre, 2020

laggiù in fondo

Non credo abbastanza alle classifiche di qualità, non credo ai libri dell’anno, ai bilanci letterari, ai libri che ci porteremo via da questa stagione, a quelli che resistono o che resisteranno, non mi interessano molto le ricorrenze e quindi nemmeno …

13 Dicembre, 2020

la poesia nello sguardo

Più o meno quindici anni fa vissi un periodo di completa infatuazione per il cinema di Kim Ki-duk; guardavo i suoi film, riguardavo i suoi film, ne parlavo con gli amici, ne parlavo con la mia fidanzata, li riguardavamo insieme, …

10 Dicembre, 2020

che cosa ricordiamo

Potrei dire così, semplicemente: che ho scelto tre grandi nomi della (mia) letteratura, oggi: uno della cui memoria faremo carnevalesco mercato, nel 2021 (ma già lo stiamo facendo nel 2020…), e va bene così, va bene lo stesso; un altro, …

6 Dicembre, 2020

analfabetismi

C’è, da un paio di giorni sul sito Le parole e le cose, una lunga intervista a Tommaso Di Dio, a proposito di scuola. L’ho letta e riletta, ieri pomeriggio, ieri sera, stamattina. E, ogni volta che la rileggevo, …

3 Dicembre, 2020

case d’infanzia

Ho scoperto solo stamattina (ma forse altri lo hanno saputo ben prima di me) che il presidente Giuseppe Conte contava di lasciare agli italiani la possibilità di tornare, a Natale, nella loro «casa d’infanzia». Mentre lo leggevo, ho pensato si …

29 Novembre, 2020

non leggere i classici

Forse la domanda andrebbe declinata così: «Cos’è che non stai leggendo in questi giorni?»

Forse, declinata così, la domanda avrebbe un senso più acuto e imprevedibile di quello che ha nella sua forma normale (che è ovviamente questa: «Cosa stai …

26 Novembre, 2020

polle d’emozione

«Dio ha creato l’universo – l’uomo l’ha nominato. E sono due universi distinti.»

Inizia così (ma non è vero: non inizia affatto così…) un breve estratto che ho letto oggi, un fulmineo passo tratto da un libro di Giorgio Caproni …

22 Novembre, 2020

vittime di altre vittime

Avrei voluto parlarvi di un bel libro di poesie che sto leggendo, oggi (lo farò, un’altra volta, non me lo lascerò sfuggire); oppure di un regista balcanico che forse stiamo dimenticando con troppa fretta; o anche di uno scrittore

15 Novembre, 2020

cose belle

«Che belle le cose belle!» ho stupidamente, tautologicamente, pensato ieri sera mentre parlavo con mia moglie di qualcosa che è molto piaciuto a tutti e due, forse di un film o di un libro o di una partita di calcio …