13 Gennaio 2019

cercare trovare ricercare

«L’ho letto su internet.» Non solo chi insegna, credo, ma anche chi ha dei figli o chi semplicemente frequenta ogni tanto i figli adolescenti dei suoi amici sa che questa, «L’ho letto su internet», è una delle risposte preferite degli …

11 Gennaio 2019

dentro la rete

Se pur essendo cardiologi, o anche, se pur non essendo cardiologi, passate ogni tanto di qui (cioè su una pagina per cardiologi che non parla di cardiologia) è (credo io) perché pensate che la rete possa essere di più di …

9 Gennaio 2019

una possibilità di noi stessi

Mi piace oggi parlare d’amore. O più precisamente invitarvi a pensare l’amore (e le parole che esso trascina inevitabilmente con sé) a partire da uno dei libri più belli tra quelli che ho comprato, sfogliato, letto alla fine dell’anno 2018, …

20 Dicembre 2018

quasi tutto, ma non la poesia

So già che non avrete tempo, oggi. So già benissimo che questi ultimi giorni prima del Natale sono fatti di rincorse, di cene, di regali, di ultimi saluti, di «ci sentiamo dopo le feste», di sospiri di sollievo, di stanchezza, …

16 Dicembre 2018

le sbarre della prigione

Provo a sbirciare per un attimo (ma è solo una pausa temporanea, lo sapete già) fuori dalle sbarre della mia prigione letteraria, stamattina, per proporvi una lettura leggermente diversa, eccentrica rispetto alle mie passioni, forse deludente o inattesa per voi …

13 Dicembre 2018

un giorno morirà

Il post che ho scelto oggi dice in sostanza che «le biografie di una persona sono tantissime».

Che è una cosa davvero importante da dire, a pensarci sul serio. Che è una cosa che ci dice che non abbiamo una …

9 Dicembre 2018

l’endecasillabo perfetto

È sempre difficile per me non essere d’accordo con Guido Mazzoni, quando parla di letteratura o di poesia (ma anche quando parla di Berlino, a dire la verità; o del disagio che mi sento di provare anche quando non dovrei…). …

6 Dicembre 2018

come un vento lontanissimo

… poiché ciascuno di noi è innanzitutto ciò che ha letto e che legge, una traccia dei classici, anche come ‘rumore di fondo’ (per dirla con Calvino), prima o poi non può fare a meno di affiorare…

 

È questa …

2 Dicembre 2018

una poetessa

Io ho un debole per Patrizia Valduga, lo ammetto. Probabilmente è un debole che mi coltivo segretamente fin da quando, ragazzo, lessi le Canzonette mortali di Giovanni Raboni (comprate per caso a un reading del Raboni stesso e perché erano …