2 Febbraio, 2017

estremità

Ho letto oggi, sul sito dell’Espresso, grazie a un link che mi allontanava da uno strano articolo in cui si diceva che la poesia gode di ottima salute ma forse non è veramente poesia, e mentre non riuscivo a capire …

31 Gennaio, 2017

i ritagli di gennaio

Ogni giorno, perlustrando il web alla ricerca di qualcosa che possa essere interessante per l’Oblò, mi segno alcuni articoli, alcuni spunti, che forse mi saranno utili. Ma non tutti poi, in realtà, mi vengono davvero utili: alcuni restano sospesi, inutilizzati, …

29 Gennaio, 2017

inclinare la testa

Tradurre dal latino, per me che ero uno studente di liceo senza né genitori né parenti liceali e che quindi mi sentivo un po’ isolato a fare un qualcosa che non apparteneva per nulla alla mia vita familiare, tradurre dal …

26 Gennaio, 2017

gente che non ha mai letto un romanzo

Bisogna leggere quello che ci piace, non c’è altro modo. Bisogna dunque smettere subito di leggere quello che non ci piace, non è il caso di fare finta: prendere il libro e buttarlo, oppure regalarlo, magari a qualcun altro piacerà, …

23 Gennaio, 2017

culture nazionali

Semplicemente vi chiedo: cosa possono avere in comune, secondo voi, Il ponte sulla Drina di Ivo Andrić e Il buio oltre la siepe di Harper Lee? E cosa invece Cent’anni di solitudine di Gabriel García Márquez con Il fondamentalista riluttante

21 Gennaio, 2017

occhi e passi

Quando non parlo di libri, forse lo sapete, parlo di luoghi. E, forse sapete anche questo, ogni volta che parlo di luoghi mi pare sempre e soltanto di parlare dei libri che li hanno nel frattempo raccontati e delle parole …

18 Gennaio, 2017

punto di vista

A lungo, oggi, sono stato incerto sulla riflessione che potevo proporvi. Per esempio ho per alcuni minuti pensato che una bella (benché forse un po’ troppo idilliaca) descrizione di una città danese che ho piacevolmente girato a piedi qualche anno …

16 Gennaio, 2017

imbecilli come chi

C’è una vecchia storiella che racconta di un giudice, molto saggio e di grande intelligenza, di fronte al quale si presentano due litiganti per dirimere la loro questione. Il giudice ascolta il primo, poi riflette e commenta: «Hai ragione». Poi

13 Gennaio, 2017

afferrare la realtà

Non ho visto l’ultimo film di Jim Jarmusch e non credo, in generale, di potermi definire un ammiratore del suo cinema (mi piacque molto, qualche anno fa, Ghost Dog; ricordo di aver molto riso con Daunbailò, quando Benigni …

×
Registrati
Registrati alla newsletter di ATBV per non perderti le novità del sito.

Per proseguire occorre prestare il consenso al trattamento dei dati per tutte le finalità meglio descritte nell'informativa resa ex art. 13 Regolamento UE 679/2016 Acconsento al trattamento dei miei dati personali per le finalità di cui all'informativa