Come l’autore del post che segnalo oggi, poco più sotto, anche io frequento la lingua e la letteratura degli scrittori latini da molti anni, con soddisfazione e con una certa passione; abbastanza insomma per essermici scavato un piccolo rifugio, forse un nido, un riparo che mi fa sentire a casa in mezzo ai libri e alle loro parole; e quindi, probabilmente come lo stesso autore del post di cui sotto, anch’io sono affezionato alle sillabe che frequento e scandisco e traduco da molti decenni, e non sono disposto a rinunciarvi e nemmeno barattarle con (quasi) nulla [ma in quel quasi, lo sapete, sta tutta, proprio tutta, la verità di un essere umano come io sono… nelle domande che quel quasi, per il solo fatto di esserci, pone a me e a chi mi sta intorno: nel senso che io sono intimamente quel quasi che forse nega tutto il resto: tutte le mie passioni, i miei desideri, le mie convinzioni, le mie certezze, le mie quasi-verità), ecco, dicevo, il latino e le parole dei classici sono casa mia, la mia patria, le difendo sempre, le proteggo, le proteggerò.

 

E però, oggi, temo che abbia del tutto ragione l’autore del post che ora davvero segnalo appropriatamente, che si chiama Nunzio La Fauci e che scrive a un certo punto così:

 

Del resto, proprio oggi e “in exitu”, latino e greco antico mostrano di avere una loro modesta e paradossale utilità. Servono a vendere qualche libro e alimentano una letteratura in quella chiave etico-elegiaca con cui ci si esprime a proposito di valori perenti, di memorie perdute e di cari estinti. Nel bacino d’utenza, soprattutto coloro che, della cultura, hanno per retaggio scolastico una visione edificante e considerano la decadenza culturale tema di bruciante attualità. Dimenticano forse che la crisi è lo stato perenne della cultura.

Tags:

Davide P.
La mia pagina Facebook: https://it-it.facebook.com/davide.loscorfano

No comments yet.

Leave a Reply

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.

Quale terapia anticoagulante durante la gravidanza in portatrici di protesi valvolari meccaniche?

A cura di Seena Padayattil (altro…)

due libri magari sorprendenti

Anzitutto una rapida (ma essenziale) nota, stamattina, per segnalarvi l’imperdibile post in cui si descrive un epistolario di natura religiosa […]

Alirocumab efficace nei pazienti diabetici: i risultati dei trial ODYSSEY DM-Insulin e DM-Dyslipidemia

A cura di Ivana Pariggiano (altro…)

spogliarsi delle vesti

C’è una risposta molto interessante, entro un’intervista altrettanto interessante, che ho letto ieri sul web: l’ha data Antonio Di Grado, […]

sonnambulismi letterari

… attraversiamo la vita reagendo alle situazioni che ci sono familiari attenendoci sempre allo stesso copione: diciamo “bene” quando ci […]