A cura di Seena Padayattil

Il CHA2DS2-VASc score è largamente utilizzato per stratificare il rischio cardioembolico nella fibrillazione atriale. I ricercatori hanno indagato se questo score sia in grado di predire il rischio di ictus, di tromboembolismo e la mortalità nella popolazione dei pazienti con scompenso cardiaco. L’analisi è stata condotta su una coorte prospettica di pazienti con scompenso cardiaco, non sottoposti alla terapia anticoagulante, utilizzando i registri nazionali Danesi, dal 2000 al 2012. Nella coorte dei pazienti non affetti da fibrillazione atriale hanno osservato un rischio per ictus, tromboembolismo venoso e morte di 3,1%, 9,9% e 21,8% rispettivamente. Il rischio aumenta con l’aumentare del punteggio CHA2DS2-VASc (tabella). Un dato molto interessante è che il rischio tromboembolico globale nei pazienti con il CHA2DS2-VASc score ≥4 risulta essere alto anche in assenza di fibrillazione atriale (8,2% vs 9,7% per i pazienti con o senza FA).

Padayattil F1

Già in passato vari studi hanno dimostrato come sia il CHADS score che il CHA2DS2-VASc score siano in grado di predire il rischio di ictus/TIA e di morte nella popolazione dei pazienti con sindrome coronarica acuta in assenza di fibrillazione atriale2,3,4.

Occorre sottolineare che il potere discriminatorio di CHA2DS2-VASc score, valutato con la C- statistica, nei pazienti affetti da scompenso cardiaco con o senza fibrillazione atriale è modesto (0,67 e 0,64). Il potere predittivo negativo per gli eventi ischemici nei due gruppi risulta moderatamente alto (92% e 91%). L’utilità clinica e le implicazioni terapeutiche di questi risultati rimangono ancora da definire.

 

Bibliografia:

  1. Melgaard L et al; Assessment of the CHA2DS2-VASc Score in Predicting Ischemic Stroke, Thromboembolism, and Death in Patients With Heart Failure With and Without Atrial Fibrillation JAMA 2015;314(10):1030-1038.
  1. Mitchell LB, et al. Prediction of stroke or TIA in patients without atrial fibrillation using CHADS2 and CHA2DS2-VASc scores Heart 2014;0:1–7.
  1. Poci D et al Role of the CHADS 2 Score in Acute Coronary Syndromes Risk of Subsequent Death or Stroke in Patients With and Without Atrial Fibrillation. Chest 2012; 141(6):1431–1440.
  1. Welles CC et al The CHADS2 score predicts ischemic stroke in the absence of atrial fibrillation among subjects with coronary heart disease: data from the Heart and Soul Study. Am Heart J. 2011 Sep;162(3):555-61.

[Scarica l’articolo in formato PDF]

Seena Padayattil
Ricercatrice presso il Dipartimento di Cardiologia dell'Università di Padova.

la chiave che non abbiamo buttato

“In carcere si aspetta sempre qualcosa, il medico, l’agente, l’educatore, il volontario, il pasto, la messa, una lettera. Nella mia […]

Commento allo studio COMPASS

A cura di Maurizio Del Pinto (altro…)

Studio CANTOS: nuove prospettive per il trattamento delle malattie cardiovascolari

A cura di Antonella Potenza (altro…)

Studio COMPASS: efficacia dell’associazione rivaroxaban ed aspirina nei pazienti con vasculopatia aterosclerotica stabile

A cura di Antonella Potenza (altro…)

Idarucizumab: Risultati finali dello studio RE-VERSE AD

A cura di Antonella Potenza (altro…)