Tag Archives: nicola lagioia

atti di venerazione

Di tutte le cose che ho letto in questi due giorni sul web, una mi torna sempre in mente e riguarda un ritratto (starei per dire il ritratto, il più famoso del mondo e di tutti i tempi) e il …

Read More 0 Comments

qualche bella risata

Non ho visto l’ultimo film, appena uscito, di Checco Zalone. Lo guarderò tra qualche mese, quando sarà troppo tardi per parlarne con i vicini di casa, perché nel frattempo (io credo) loro se ne saranno dimenticati o non avranno più …

Read More 2 Comments

una lunga fila di «quasi»

Che fine ha fatto la satira in Italia? Ce n’è ancora bisogno? A meno di un anno dalla strage di Charlie Hebdo, che equilibrio abbiamo trovato tra libertà d’espressione, insulto inaccettabile e salutare bisogno di deridere il potere? Soprattutto, c’è

Read More 0 Comments

in Italia

Consapevole che sarà sempre più facile e giustificabile considerarmi il «solito noioso», che parla sempre e continuamente dei soliti autori, propongo anche oggi una breve intervista rilasciata da Nicola Lagioia, autore del romanzo La ferocia, che ha …

Read More 0 Comments

il libro che pretendiamo

Succede ancora, generalmente d’estate (e i miei tre gentilissimi lettori faranno presto a indovinare il perché…), che sulle colonne dei quotidiani o delle riviste italiane (a proposito, se vi interessasse: qui c’è un bel pezzo su quello che sta diventando, …

Read More 2 Comments

la cultura che facciamo

 

Vi confesso che mi dà un sottile e inconfessabile piacere riaprire la mia inutile rubrica di viaggi per mare (raccontati da una finestra a forma circolare…) con un pezzo difficile come quello che ho appena scelto, di uno scrittore …

Read More 0 Comments

un piccolo torto letterario

Può darsi che alcuni di noi, ieri mattina, abbiano avuto un moto di stupore nel sentire il nome di Giorgio Caproni associato alla prova di scrittura dell’esame di Stato degli studenti diciannovenni. È normale, penso io. È normale proprio perché …

la rete di un grande destino

Scrivo di Europa, se ne avete voglia. Poche righe, qualche appunto, solo per ricordare a me stesso (e a chi come me ne ha il bisogno) che c’è davvero una terra a cui non smetto di appartenere mai, nemmeno quando …

sensi di colpa

Siamo arrivati al punto: dobbiamo pagare le tasse. Io e la mia compagna, in questi giorni di caldo mediterraneo (qualità di caldo assai più piacevole di quello padano, ve lo devo confessare), ci guardiamo attoniti e, senza nemmeno pronunciare parola, …

libri che cerchiamo

Se avete voglia, anche oggi, di parlare di libri, io credo che possiate partire da qui. Dalla secca ma puntuale (ed efficacissima) (e purtroppo vera) considerazione di Giorgio Agamben, a proposito del mercato editoriale e delle librerie e di noi …

lo sguardo altrui

Forse la letteratura non serve a niente, non possiamo escluderlo. E non voglio affatto escluderlo. O forse la letteratura serve (o quanto meno aiuta) a capire chi sono gli «altri»: raccontandocene le storie, provando a immergerci nel loro mondo sentimentale …