Tag Archives: guido mazzoni

un gusto di crostaceo

Guardate, vi avverto subito: farò finta, in qualche modo, che i tre post che ho deciso di segnalarvi oggi abbiano in comune qualcosa, dicano tutti insieme qualcosa che riguarda il nostro tempo, il secolo che abitiamo, il futuro che aspettiamo …

Read More 0 Comments

i ritagli di novembre

Ogni giorno, perlustrando il web alla ricerca di qualcosa che possa essere interessante per l’Oblò, mi segno alcuni articoli, alcuni spunti, che forse mi saranno utili. Ma non tutti poi, in realtà, mi vengono davvero utili: alcuni restano sospesi, inutilizzati, …

Read More 0 Comments

di tanti miliardi di noi

Uno su alcuni miliardi, per esempio: non più di questo, non altro. Uno dei moltissimi, non diverso dai moltissimi e però nemmeno uguale. Essere un uomo, insomma, uno di coloro che camminano sulla terra e ne portano i segni e …

Read More 1 Comment

dalla parte del torto

«Ci sedemmo dalla parte del torto, visto che tutti gli altri posti erano occupati.»

 

Dicono che l’abbia scritta Bertolt Brecht questa frase, che io tante volte ho sentito citare senza capirla. Poi, qualche mese fa, improvvisamente, l’ho capita (non …

Read More 0 Comments

regalarsi una collana

Nel giorno in cui il premio Nobel viene (nuovamente) assegnato a una scrittrice di cui non ho mai letto nulla (dovrò prima o poi cominciare a vergognarmi di questo fatto che si ripete a scadenza annuale, con me che rapidamente …

Read More 0 Comments

memoria del presente

Ci sono giorni in cui è facile chiedersi perché si fa quello che si fa, e se magari si dovrebbe farlo in altro modo, o semplicemente non farlo più. Io, per esempio, che di lavoro trasmetto memoria e conoscenza storica …

Read More 0 Comments

dietrologie e superstizioni

Nel Salento esiste un’emergenza olivi: l’emergenza Xylella. Parliamo di Xylella fastidiosa, un batterio patogeno da quarantena, che si ritiene essere giunto nel territorio dell’Unione europea con piante ornamentali provenienti dal Costa Rica. Questo è quello che ci dicono i

Read More 0 Comments

voci che ci attraversano

Approfitto davvero ignobilmente della vostra pazienza per consigliarvi, oggi, due letture davvero impegnative; e senz’altro non molto divertenti; e quindi un po’ poco primaverili, diciamo; ma è anche vero (mi sono detto mentre decidevo se consigliarvele o no) che i …

Read More 0 Comments

il fiore di gelsomino

Bisogna dedicarsi
pian piano
precisamente
a briciole per uccelli
sul davanzale nord,
piegati su di sé
lavare il pavimento
come il corpo di un dio
bambino,
guardare i piatti sgocciolare
come una luna che spazza via
l’ovvio tra gli alberi.

ogni ragione di dubbio

Se dovessi dire quale è stata la prima occasione in cui ho davvero riflettuto (sul serio, stavo quasi per dire…) a proposito del fatto che sono un essere vivente capace di ridere, e che tutti quelli che mi stanno intorno …

una grammatica di noi stessi

A voler parlare seriamente di libri, e in particolare di quei libri particolari che sono i romanzi, francamente io credo che dovremmo meditare per qualche minuto le parole scritte qualche giorno fa da Guido Vitiello. Perché se è vero …

Ronald Myles Dworkin (n.1931)

Con l’evoluzione storica e sociale che si è avuta negli ultimi cento anni, alla complessità di fondo che sottendeva il processo di relazione tra il medico e il paziente è venuta ad intrecciarsi una maggiore consapevolezza del malato riguardo ai …

Evolocumab e decadimento cognitivo: I risultati dello studio EBBINGHAUS

A cura di Ivana Pariggiano