Clinical benefit of statin pretreatment in patients undergoing percutaneous coronary intervention: a collaborative patient-level meta-analysis of 13 randomized studies 2011

Patti G et al; Apr 19;123(15):1622-32. Epub 2011 Apr 4.



Diverse strategie farmacologiche soprattutto mirate al controllo degli eventi trombotici sono utilizzate per ridurre il rischio di eventi ischemici correlati agli interventi di angioplastica. A tale riguardo le proprietà cardioprotettive delle statine ne hanno suggerito l’uso in tali pazienti. 
Questa metanalisi ha valutato in modo sistematico i benefici clinici della somministrazione di alte dosi di statine prima dell’intervento di angioplastica rispetto a nessuna somministrazione o alla somministrazione cronica di basse dosi. Nei soggetti pretrattati con alte dosi di statine l’infarto periprocederule era del 7% rispetto a circa il 12 % dei soggetti “controllo” con una riduzione significativa nei pimi del 44%. Nei 30 giorni successivi all’intervento gli ulteriori eventi avversi cardiaci si riducevano da 1,2 allo 0,6%. Sebbene il beneficio del pretrattamento con alte dosi di statina fosse simile in tutte le tipologie di pazienti, un particolare beneficio (riduzione del 68% degli eventi perioperatori) si è riscontrato nei soggetti con elevati livelli di proteina C al basale.
Questo studio conferma il beneficio del pretrattamento con statine dei soggetti destinati ad angioplastica suggerendone l’utilizzo di routine in questo tipo di intervento.

adminatbv

Idarucizumab: Risultati finali dello studio RE-VERSE AD

A cura di Antonella Potenza (altro…)

Lo studio RE-DUAL PCI nei pazienti con FA sottoposti a PCI: risultati e considerazioni per la pratica clinica

A cura di Andrea Rubboli (altro…)

Lo studio RE-DUAL PCI nei pazienti con FA sottoposti a PCI

Lo studio RE-DUAL PCI nei pazienti con FA sottoposti a PCI

la letteratura, se esiste

La letteratura è un non essere. Non è. E se è, c’è solo quando non c’è. Non è nelle intenzioni […]

la terrazza della vita

Immagino (e sotto sotto me lo auguro pure) che ogni tanto abbiate voglia di riflettere su qualcosa di più serio […]