Archive | Dicono di noi RSS feed for this section

Voce del verbo

Di Gian Luca Favetto

Voce del verbo, ecco il titolo. Scelgo queste tre parole come titolo per ciò che sto scrivendo attorno al rapporto medico-paziente. Perché tutto quello che viene qui di seguito, nelle prossime righe, c’entra con il …

Read More Commenti disabilitati su Voce del verbo

Un algoritmo per accontentare tutti (o quasi)

Di Temitope Ajileye

Ogni volta che uno studente universitario di matematica incontra una persona che studente universitario di matematica non è, la prima (o la seconda) domanda che quest’ultimo rivolge al primo è, immancabilmente: “Cosa fa il ricercatore di matematica?”, …

Read More Commenti disabilitati su Un algoritmo per accontentare tutti (o quasi)

Un sobbalzo

Di Davide Profumo

 

Vi porgo subito le mie scuse, ancora prima di cominciare a raccontare, e vi prego subito di un po’ di comprensione: perché io vengo qui, su questa pagina che è un po’ casa vostra ed è …

Read More 0 Comments

Medico, te dico paziente

Di Gian Luca Favetto

Ho davanti agli occhi una fotografia aerea della mia città e mi sembra di vedere chiaramente che cos’è una città.

La città è una cellula. Come la mia, lo sono tutte le altre città. Le città …

Read More Commenti disabilitati su Medico, te dico paziente

il fiore di gelsomino

Bisogna dedicarsi
pian piano
precisamente
a briciole per uccelli
sul davanzale nord,
piegati su di sé
lavare il pavimento
come il corpo di un dio
bambino,
guardare i piatti sgocciolare
come una luna che spazza via
l’ovvio tra gli alberi.

ogni ragione di dubbio

Se dovessi dire quale è stata la prima occasione in cui ho davvero riflettuto (sul serio, stavo quasi per dire…) a proposito del fatto che sono un essere vivente capace di ridere, e che tutti quelli che mi stanno intorno …

una grammatica di noi stessi

A voler parlare seriamente di libri, e in particolare di quei libri particolari che sono i romanzi, francamente io credo che dovremmo meditare per qualche minuto le parole scritte qualche giorno fa da Guido Vitiello. Perché se è vero …

Ronald Myles Dworkin (n.1931)

Con l’evoluzione storica e sociale che si è avuta negli ultimi cento anni, alla complessità di fondo che sottendeva il processo di relazione tra il medico e il paziente è venuta ad intrecciarsi una maggiore consapevolezza del malato riguardo ai …

Evolocumab e decadimento cognitivo: I risultati dello studio EBBINGHAUS

A cura di Ivana Pariggiano