A cura di Seena Padayattil

Comparative Performance of ATRIA, CHADS2, and CHA2DS2-VASc Risk Scores Predicting Stroke in Patients With Atrial Fibrillation: Results From a National Primary Care Database.

Van den Ham HA, Klungel OH, Singer DE, Leufkens HG, van Staa TP.

J Am Coll Cardiol. 2015 Oct 27;66(17):1851-9

ATRIA (Anticoagulation and Risk Factors in AF Study Risk Score) è uno score simile a CHADS2 score con l’aggiunta della funzionalità renale, già validato in precedenza. Ora, in uno studio su circa 60.000 pazienti con la fibrillazione atriale di nuova diagnosi e non in terapia anticoagulante, i ricercatori confrontano il potere predittivo di ATRIA con gli altri due score. L’incidenza di ictus osservata nello studio era di 2,99%. La capacità discriminatoria degli score valutata con la C-statistica per ATRIA è 0,70 mentre per CHADS2 e CHA2SDS2-VASc è 0,68. Se il rischio per ictus ischemico dato dagli score viene classificato in basso (rischio ischemico <1%), medio e alto (rischio ischemico >2%), il potere discriminatorio di ATRIA è ben superiore a CHA2SDS2-VASc score (0,66 vs 0,59).

I pazienti classificati come a moderato e alto rischio secondo ATRIA e CHADS2 score hanno un’incidenza di ictus maggiore rispetto a quella osservata con il CHA2SDS2-VASc score. Una percentuale veramente esigua di pazienti viene classificata come a basso rischio secondo CHA2SDS2-VASc score, a confermare quella che era la motivazione principale dello sviluppo di questo score: identificare i pazienti veramente a basso rischio. I pazienti con un CHA2SDS2-VASc score = 1 hanno un’incidenza di ictus pari a 0,78 per 100 pazienti anno. Questo va ad accentuare il dibattito esistente sul beneficio di trattare con anticoagulanti i pazienti con CHA2SDS2-VASc score =1

Va inoltre ricordato che gli score più utilizzati in medicina sono anche i più semplici da utilizzare e da ricordare; anche se il potere predittivo di ATRIA è migliore rispetto agli altri score, non è certamente uno tra i più facili da ricordare.

Diapositiva1

[Scarica l’articolo in formato PDF]

Tags:

Seena Padayattil
Ricercatrice presso il Dipartimento di Cardiologia dell'Università di Padova.

a volte un piccolo editore

“A volte un piccolo editore”, mi verrebbe da ripetere, anche qui, subito dopo il titolo. Per provare a ribadire che […]

un piccolo torto letterario

Può darsi che alcuni di noi, ieri mattina, abbiano avuto un moto di stupore nel sentire il nome di Giorgio […]

la rete di un grande destino

Scrivo di Europa, se ne avete voglia. Poche righe, qualche appunto, solo per ricordare a me stesso (e a chi […]

sensi di colpa

Siamo arrivati al punto: dobbiamo pagare le tasse. Io e la mia compagna, in questi giorni di caldo mediterraneo (qualità […]

libri che cerchiamo

Se avete voglia, anche oggi, di parlare di libri, io credo che possiate partire da qui. Dalla secca ma puntuale […]